Oneri deducibili e Detraibili

Massofisioterapia: si detrae la prestazione?

L'interrogazione parlamentare 5 di giovedì 25 luglio 2019 ha trattato la detrazione delle spese sostenute per prestazione rese dai massofisioterapisti. In generale, come chiarito dall'Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 7/E del 27 aprile 2018, le prestazioni del massofisioterapista sono detraibili se rese

  • da soggetti che hanno conseguito il diploma di formazione triennale entro il 17 marzo 1999
  • da massofisioterapisti che hanno conseguito, entro il 17 marzo 1999, il diploma di formazione biennale a condizione che il titolo sia considerato equivalente alla laurea di fisioterapista di cui al decreto ministeriale n. 741 del 1994 con Decreto Dirigenziale del Ministero della Salute

mentre non sono detraibili quelle rese da massofisioterapisti che hanno conseguito il diploma dopo tale data. In questo caso le prestazioni rese da tali soggetti non sono definibili, anche in presenza di una specifica prescrizione medica.

Data l'incomprensibile disparità di trattamento l'Agenzia delle entrate ha chiesto al Ministero della Salute chiarimenti, dato che il Ministero, con riguardo al trattamento IVA, aveva negato la natura sanitaria delle prestazioni in esame. Secondo l'Agenzia delle Entrate infatti,non risulterebbe in contrasto con la normativa fiscale il riconoscimento, per le prestazioni in commento, della detrazione di cui all'articolo 15, comma 1, lettera c), del TUIR, sempreché il Ministero della Salute affermi, nell'attesa del riordino della figura dei massofisioterapisti, la natura sanitaria delle prestazioni rese dai soggetti con titolo di massofisioterapista conseguito dopo l'entrata in vigore della legge n. 42 del 1999.

Anno di conseguimento del Diploma Detrazione
entro il 17 marzo 1999 si
oltre il 17 marzo 1999 no