Rubrica del lavoro

Versamento contributi sisma entro il 15.10: le istruzioni

Pubblicate le modalità di versamento dei contributi sospesi per il sisma del 2016 e 2017 nelle Regioni del Centro Italia. 

Con il messaggio 3247 del 6 settembre l'INPS fornisce le istruzioni per il  versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, in scadenza nel periodo dal 24 agosto 2016 al 30 settembre 2017,   che erano stati sospesi per il sisma  e i cui termini sono stati prorogati , ripetutamente .fino al termine ultimo del 15 ottobre 2019  con Messaggio n. 2338 del 20 giugno 2019) (come previsto all'articolo 48, comma 13, del decreto-legge n. 189/2016, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 229/2016 modificato, da ultimo ,  dall’articolo 23, comma 1, lett. e-ter), del decreto–legge n. 32/2019.) 

In particolare i versamenti vanno effettuati:  

  • in un unica soluzione entro il 15 ottobre 2019, senza applicazione di sanzioni e interessi, oppure 
  • mediante rateizzazione fino ad un massimo di 120 rate mensili di pari importo, senza applicazione di sanzioni e interessi, con il versamento dell’importo corrispondente al valore delle prime cinque rate entro il 15 ottobre 2019. ( nel caso in cui la domanda di rateazione sia già stata presentata entro la scadenza del 1° giugno 2019, ai sensi dell’articolo 1, comma 991, lett. b), della legge n. 145/2018, e il contribuente non intenda modificare il piano di rateazione proposto, non dovrà essere presentata una nuova domanda. 

Il messaggio chiarisce le istruzioni operative, per il versamento in unica soluzione della contribuzione sospesa riferite alle diverse gestioni previdenziali: 

  • AZIENDE CON DIPENDENTI
  • ARTIGIANI E COMMERCIANTI,
  • LIBERI PROFESSIONISTI E COMMITTENTI GESTIONE SEPARATA
  • AZIENDE AGRICOLE
  • DATORI DI LAVORO DOMESTICO
  • LAVORATORI AGRICOLI AUTONOMI E PICCOLI COLONI
  • AZIENDE PRIVATE CON DIPENDENTI ISCRITTI ALLA GESTIONE PUBBLICA

L'istituto specifica che le indicazioni per il versamento della contribuzione sospesa mediante rateizzazione e per la presentazione della relativa domanda verranno fornite con successivo messaggio.

DIPENDENTI INPS

Con il messaggio del 19 luglio n. 2778   erano già state chiarite le modalità  l’effettuazione del versamento della contribuzione sospesa da parte dei dipendenti dell'Istituto previdenziale. Infatti  per i pensionati e i dipendenti dell’Istituto che si avvalgono della facoltà di chiedere il versamento mediante trattenute mensile, l’Istituto, in qualità di sostituto di imposta, provvederà ad effettuare la trattenuta relativa alle imposte sospese e dovute dall’interessato e al conseguente versamento all’erario per conto del richiedente.  l’istanza va presentata entro il 15 ottobre 2019  per sufruire della rateizzazione, senza sanzioni e interessi, nella misura massima di 120 rate a decorrere dal mese di giugno.  L’Istituto provvederà ad effettuare le trattenute sulla prestazione e il conseguente versamento a decorrere dalla data di presentazione dell’istanza sulla prima rata/mensilità utile della pensione o della retribuzione, sia per le istanze acquisite prima del 18 giugno 2019, data di entrata in vigore della legge n. 55/2019, di conversione del decreto-legge n. 32/2019, sia per quelle presentate a decorrere dalla predetta data.

Se invece l'istanza sarà presentata successivamente al 15 ottobre 2019 il numero delle rate sarà ridotto del corrispondente numero di mesi di ritardo, fermo restando che per il versamento delle ritenute riferite a periodi antecedenti l’istanza rimane di esclusiva competenza dell’interessato.